Ormone della crescita naturale

Traditional - Hydroponic - Other...... cuttings, breeding etc.
Pieno campo - Fuori suolo - Idroponica e altro...

Moderatore: volume

Ormone della crescita naturale

Messaggioda gnamo » 08/01/2013, 13:44

fonte: Bart Meijer
fonte: http://www.giardinaggioindoor.it
fonte: http://www.giardinauta.it


In moltissimi abbiamo ammirato qualche volta un bell’albero di Salice. ormone radicante fai da te

Il Salice è un albero dalla crescita molto veloce, con foglie decidue, tipico dell’emisfero nord e amante dei terreni umidi. Uno dei più noti appartenenti alla famiglia dei Salici è il Salice Piangente, bellissima pianta dai tipici rami cascanti, con foglie allungate che spesso presentano una faccia inferiore setosa o bianca.

La popolarità di questo albero è in buona parte dovuta alla sua versatilità: la corteccia è usata in medicina per il contenuto di salicina (da cui l’acido acetilsalicilico, ovvero il principio attivo dell’Aspirina) antinfiammatorio e analgesico. Il legno viene utilizzato per la costruzione di mobili, utensili ed impiallacciature, la fibra utilizzata per produrre cordami e carta; i rami vengono intrecciati per costruire cesti, nasse e vari oggetti (vimini).

Questo albero si produce facilmente da talea e sviluppandosi molto in fretta è ideale per la produzione di biomassa, scopo per cui è già largamente coltivato.

Ma quello che ci interessa principalmente è l’ormone presente nella corteccia, un naturale, biologico e validissimo aiuto per la radicazione di talee. Questo ormone è responsabile della incredibile capacità del Salice di mettere radici in quasi qualunque condizione. Anche pezzi di tronco in terreni umidi o rami semplicemente lasciati in ammollo radicano con facilità.

Come possiamo utilizzare il Salice per produrre un ormone radicante fai da te per le nostre talee?

Sfruttando la presenza di acido indolbutirrico e acido salicilico e preparando un bel ‘the di Salice’. Per prima cosa ovviamente bisogna individuare un bell’albero sano, appartenente alla famiglia dei Salici e recidere poi qualche ramo scegliendolo fra quelli in fase di crescita. Si riconoscono oltre che per la misura e la consistenza per il colore verde o giallo, a differenza dei vecchi rami marroni o grigi.

Eliminate le foglie (che costituiscono tra l’altro ottimo materiale da compostaggio) e tagliate i rami in pezzetti di un paio di centimetri di lunghezza.

A questo punto potete scegliere la via veloce e ricoprire il legno con acqua bollente da far riposare 12/24 ore, oppure scegliere la via lenta e utilizzare acqua fredda lasciando poi riposare per circa una settimana.

A questo punto il liquido va filtrato, versato in un bel barattolo a chiusura ermetica e riposto in frigo dove potrà essere conservato fino a due mesi. A questo proposito è utile apporre un’etichetta con la data tanto per essere sicuri di non sbagliare.

Per aiutare la radicazione delle talee potete usare l’acqua di Salice in diversi modi: utilizzandola per annaffiare le talee direttamente nel loro medium (un paio di volte dovrebbero essere sufficienti) oppure mettendo le talee in ammollo per qualche ora (meglio durante la notte) come fareste con dei fiori recisi in un vaso.

L’acido salicilico aiuterà ad evitare che i gambi marciscano (da qui l’uso di molti di mettere Aspirina nell’acqua dei fiori recisi per farli durare più a lungo).

Questa è una ricetta semplicissima e piuttosto valida, gratuita e biologica, che chiunque può utilizzare: non ha la stessa efficienza degli ormoni chimici ma vale la pena di tentare. Potete utilizzare l’acqua di Salice anche per irrigare le piantine giovani, come additivo per aiutare la radicazione.
______________

Il Salice come ormone naturale fai da te

Articolo scritto daGiardinauta Pubblicato il 16 aprile, 2012

Stavo scrivendo un articolo sugli ormoni naturali in generale ,

quando mi è tornato in mente qualcosa di più , mi è tornato in mente il Salice ,

ed il suo medesimo uso come ormone naturale !!!
Il Salice è un albero dalla crescita molto veloce, con foglie decidue,

tipico dell’emisfero nord e amante dei terreni umidi.
Ne esistono più di 300 specie fra alberi, arbusti e piante perenni legnose o fruticose,

fra le specie spontanee in Italia , che sono poco più di 30 ,

quello maggiormente conosciuto è il salice piangente ,
ossia , il Salix babylonica L.
Quasi tutte le specie di Salice contengono nella corteccia l’acido indolbutirrico (IBA)

e l’acido salicilico

( ATTENZIONE!! non acetilsalicilico; che si ottiene invece trasformando,

con una reazione chimica, l’acido salicilico usato poi come principio attivo dell’Aspirina)

e vedremo fra poco perchè ci interessa tanto .
Quello che interessa a noi sono i suoi rami , infatti , dai getti giovani di qualsiasi tipo di Salice,

ma in particolare del Salix Alba , possiamo produrre in proprio il nostro ormone radicante naturale sfruttando proprio la presenza di acido indolbutirrico e acido salicilico presente nella sua corteccia.
Inoltre , è ideale per la produzione di biomassa, scopo per cui è già largamente coltivato,

ma questa è un’altra storia !
COME SI FA’ FARSI UN ORMONE RADICANTE FAI DA TE ?
Da un’albero appartenente alla famiglia dei Salici si prelevano alcuni rami , scegliendo fra quelli in fase di crescita e si eliminano tutte le foglie infine si tagliano questi rami nudi in tanti piccoli pezzi di circa 1 cm.
Si mettono così tutti i piccoli pezzi in un recipiente e si procede con l’estrazione !
Ci sono due metodi di preparazione , a caldo oppure a freddo , vediamoli in dettaglio :
ESTRAZIONE A CALDO :
Ricoprire i rametti con acqua bollente e far riposare 12/24 ore passato il tempo di riposo , filtrate e conservate il prodotto ottenuto in frigorifero dentro ad un barattolo con chiusura ermetica , il prodotto così ottenuto lo si potrà conservare fino a due mesi .
ESTRAZIONE A FREDDO :
In questo caso , i rametti tagliati andranno lasciati riposare a bagno ben immersi nell’acqua fredda per circa una settimana, poi , filtrare e conservare in frigorifero dentro ad un barattolo a chiusura ermetica .
Il prodotto così ottenuto , come per l’estrazione a caldo , lo si potrà conservare fino a due mesi .
COME SI USA?
Per aiutare la radicazione delle talee potete usare il vostro ormone fai da te mettendo in ammollo le le talee per una notte, basterà porre i rametti in un bicchiere con dentro il liquido di Salice avendo cura di porre in immersione almeno due nodi della talea , passata la notte , o comunque almeno 12 ore , si procederà col metterle nel terriccio.
L’acido salicilico, oltre a far emettere più facilmente le radici, aiuterà anche ad evitare che i gambi marciscano.
L’acqua di Salice si può utilizzare anche per irrigare le piantine giovani, come additivo per aiutare la radicazione e la crescita delle giovani plantule .


CURIOSITA’ :


Anche il miele viene usato come ormone radicante o come nutrimento post radicamento con ottimi risultati .
Il miele , di qualsiasi tipo , seppur sarebbe meglio prediligere i miele biologico e non pastorizzato va diluito in proporzioni di 1 parte miele per 4 parti di acqua rigorosamente tiepida al fine di permettere al miele di sciogliersi ed amalgamarsi bene con l’acqua .
Il suo uso infine , è identico a quello di un qualsiasi ormone radicante , ossia , si acchiappa la talea, e la si immerge nel miscuglio fino ad un centimetro circa del gambo, dopo di chè , via a dimora nel vasetto di torba/terriccio bello umido o ancora come nutrimento , irrorando il terreno di coltura una volta che la talea ha emesso le radici .
L’ASPIRINA
L’Aspirina , che appunto contiene l’acetilsalicilico prodotto ottenuto dalla trasformazione dell’acido salicilico presente nel Salix Alba , sciolta nell’acqua viene così usata per la conservazione dei fiori recisi al fine di farli durare più a lungo , allo stesso modo , alcuni la utilizzano per la radicazione delle talee , Aspirina sciolta in acqua , e non mi dilungo perchè voglio parlare solo di metodi naturali ed è un fatto che l’aspirina contenga come detto più volte nel post ed anche poco fa l’acetilsalicilico .

___________________


google.translate

In many sometimes we admired a beautiful tree willow. rooting hormone DIY

The Willow is a tree from growing very fast, with deciduous leaves, typical of the northern hemisphere and lover of moist soil. One of the best known members of the family of Willows is the Weeping Willow, a beautiful plant with local branches drooping, with elongated leaves that often have a lower face silky or white.

The popularity of this tree is largely due to its versatility: the bark is used in medicine for the content of salicin (which acetylsalicylic acid, which is the active ingredient of Aspirin) anti-inflammatory and analgesic. The wood is used for the construction of furniture, tools and veneers, the fiber used to produce paper and ropes; the branches are twisted to build baskets, pots and various objects (Wicker).

This tree is produced easily from cuttings and growing very quickly is ideal for the production of biomass, the purpose for which it is already widely cultivated.

But what interests us is the hormone mainly present in the cortex, a natural, organic and very effective for rooting of cuttings. This hormone is responsible for the incredible ability of willow to take root in almost any condition. Even pieces of stem in moist soil or branches simply soaked rooted with ease.

How can we use the willow rooting hormone to produce a DIY for our cuttings?

Taking advantage of the presence of acid and salicylic acid indolbutirrico and preparing a nice 'the willow'. First, obviously you have to find a healthy beautiful tree belonging to the family of Willows and then cut some branches chosen from among those in the growth phase. Recognize themselves as well as for measuring the consistency and for the color green or yellow, unlike the old branches brown or gray.

Eliminate the leaves (which are among the other great material from composting) and cut the branches into pieces a few inches long.

At this point you can choose the fast way and cover the timber with boiling water, let stand for 12/24 hours, or choose the slow pathway and use cold water and then letting it sit for about a week.

At this point the liquid to be filtered, poured into a beautiful jar airtight and stored in the refrigerator where it can be stored for up to two months. In this regard, it is useful to attach a label with the date just to be sure not to miss.

To help the rooting of cuttings you can use the water willow in several ways: by using it to water the cuttings directly into their medium (a couple of times should be sufficient) or by putting the cuttings in water for a few hours (preferably overnight) as you would with cut flowers in a vase.

Salicylic acid helps to prevent the stems rot (hence the use of many to put aspirin in the water of cut flowers to make them last longer).

This is a simple recipe and quite valid, free and organic, that anyone can use: it has the same efficiency of chemical hormones but worth groped. You can also use the water to irrigate willow young seedlings, as an additive to help rooting.

___________________

The Willow as natural hormone DIY

Article written daGiardinauta Posted April 16, 2012

I was writing an article about natural hormones in general,

when I came back to something more, I was reminded of the willow,

and its use as a natural hormone same!
The Willow is a tree from growing very fast, with deciduous leaves,

typical of the northern hemisphere and lover of moist soil.
There are more than 300 species of trees, shrubs and woody perennials or fruticose,

between the wild species in Italy, which are little more than 30,

the best known is the weeping willow,
that is, the Salix L. babylonica
Almost all species of willow bark contain the indolbutirrico acid (IBA)

and salicylic acid

(ATTENTION! Acetylsalicylic not, you get instead turning,

with a chemical reaction, the salicylic acid used then as an active ingredient of Aspirin)

and we shall soon see why we care so much.
What interests us are the branches, in fact, the young shoots of any kind of willow,

but in particular of Salix Alba, we can produce in our own natural rooting hormone exploiting precisely the presence of indolbutirrico acid and salicylic acid present in its bark.
Furthermore, it is ideal for the production of biomass, the purpose for which is already widely cultivated,

but that's another story!
HOW CAN 'MAKE A rooting hormone DIY?
From a tree belonging to the family of Willows are taken some classes, choosing from those growing and delete all the leaves finally cut these bare branches into many small pieces of about 1 cm.
Themselves on all the small pieces in a bowl and proceed with the extraction!
There are two methods of preparation, hot or cold, vediamoli in detail:
HOT EXTRACTION:
Cover the branches with boiling water and let stand 12/24 hour past the time for rest, filtered and stored the product obtained in the refrigerator in a sealed jar, the product thus obtained it can retain up to two months.
COLD EXTRACTION:
In this case, the twigs cut will be left to stand at room bathroom well immersed in cold water for about a week, then, filter, and store in the refrigerator inside a jar airtight.
The product thus obtained, as for the hot extraction, it may store up to two months.
HOW TO USE?
To help the rooting of cuttings you can use your hormone DIY putting the cuttings to soak for one night, just put the branches in a glass with liquid in the Willow taking care to put in at least two nodes of immersion cutting, past night, and at least 12 hours, we will proceed with putting them in the dirt.
Salicylic acid, as well as to emit more easily the roots, will also help to prevent the stems rot.
The water of Salice can also be used to irrigate the young seedlings, as an additive to help the rooting and growth of young seedlings.


CURIOSITY ':


The honey is used as food or as a rooting hormone rooting post with excellent results.
The honey, of any type, although it would be better to prefer the organic honey and not pasteurized must be diluted in the proportions of 1 part honey to 4 parts of water strictly warm in order to allow the honey to melt and blend well with water.
Its use finally, is identical to that of any rooting hormone, ie, grab the cuttings, and is immersed in the mixture up to a centimeter of the stem, after which, via planted in pot of peat / loam beautiful stewed or as nourishment, sprinkling the culture medium once the cuttings has issued the roots.
The ASPIRIN
Aspirin, which contains precisely the acetylsalicylic product obtained from the processing of salicylic acid present in Salix Alba, dissolved in water is thus used for the preservation of cut flowers in order to make them last longer, in the same way, some use it for the rooting of cuttings, Aspirin dissolved in water, and I will not dwell because I want to talk only about natural methods and it is a fact that aspirin contains as mentioned several times in the post and also just now acetylsalicylic acid.
Immagine ICG project
Avatar utente
gnamo
Socio AIASP
Socio AIASP
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 19/07/2012, 19:11
Località: Certaldo / Velletri

Re: Ormone della crescita naturale

Messaggioda vajont » 08/01/2013, 17:59

Molto interessante : Thumbup :
Immagine ICG project
Avatar utente
vajont
Socio AIASP
Socio AIASP
 
Messaggi: 806
Iscritto il: 03/11/2012, 8:40
Località: Roma

Re: Ormone della crescita naturale

Messaggioda Luigi il Messicano » 08/01/2013, 18:19

Gnamo si aggiudica la qualifica di " Informatore scentifico" ;)
Immagine ICG project
Avatar utente
Luigi il Messicano
Socio AIASP
Socio AIASP
 
Messaggi: 3568
Iscritto il: 26/01/2012, 20:36

Re: Ormone della crescita naturale

Messaggioda gnamo » 08/01/2013, 19:38

Luigi il Messicano ha scritto:Gnamo si aggiudica la qualifica di " Informatore scentifico" ;)


Il merito non è mio ma di Bart Meijer mentre mia è la curiosità e la voglia di condividere quello che credo interessante. : Chessygrin :


The merit is not mine but Bart Meijer as mine is the curiosity and the desire to share what I think interesting.
Immagine ICG project
Avatar utente
gnamo
Socio AIASP
Socio AIASP
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 19/07/2012, 19:11
Località: Certaldo / Velletri

Re: Ormone della crescita naturale

Messaggioda Grifo » 10/01/2013, 18:54

Molto interessante .... bravo !!!
Avatar utente
Grifo
 
Messaggi: 748
Iscritto il: 01/03/2012, 18:58
Località: Italia-Roma

Re: Ormone della crescita naturale

Messaggioda Bart J. Meijer » 13/01/2013, 23:22

Thank you Henry!
Great to put most of the knowledge here.
I have trouble writing, due to a blocked nerve in my left hand.

The varieties Salix (Willow, Osier and Sallow) to use, are the Salix Alba (White Willow) Weeping willow (Salix Alba Tristis), or any willow that shoots a root easy.
Do not use goat willow (Salix caprea and Salix caprea pendula) and peachleaf willow (Salix amygdaloides).
Willow tea is not only good as a root hormone !

Aspirin (rather Willow tea) is used to spray against aphids.
You would say it is a bit strange, but it is thought to teach the plant how to fight aphids.
Well it is not strange, it works like a serum.
The best way to use however is to water your plants with diluted willow tea, dilute 1-10 or 1- 20 and give once a week.
And how easy can you get it?
Put some fresh branches in a big vase, and steal the water once a week, and give them fresh water.
Use the water diluted, a little is enough.

If you make the tea from branches that were left to die and dry, they have far more Salicylic Acid and Roothormene.
So if you use them, dilute more.
It is very logical, the dying branches, produce Salicylic acid as they think they are attacked. and rooting hormone in the hope to find water.

Cheers Bart

Grande per mettere la maggior parte delle conoscenze qui.
Ho difficoltà a scrivere, a causa di un nervo bloccato nella mia mano sinistra.

Le varietà di Salix (salice, di vimini e Sallow) da utilizzare, sono il Salix Alba (Salice Bianco) Salice piangente (Salix Alba Tristis), o qualsiasi salice che spara una radice semplice.
Non usare salicone (Salix caprea e Salix caprea pendula) e il salice peachleaf (Salix amygdaloides).
Tè Willow non è solo buono come un ormone root!

Aspirina (piuttosto tè Willow) è utilizzato per spruzzare contro gli afidi.
Si potrebbe dire che è un po 'strano, ma si pensa di insegnare la pianta come combattere afidi.
Beh, non è strano, funziona come un siero.
Il modo migliore per utilizzare è comunque a innaffiare le vostre piante con tè salice diluito, diluire 1-10 o 1-20 e dare una volta alla settimana.
E quanto sia facile si può ottenere?
Metti un po 'rami freschi in un vaso grande, e rubare l'acqua una volta alla settimana, e dare loro acqua fresca.
Utilizzare l'acqua diluita, poco è sufficiente.

Se si effettua il tè da rami che sono stati lasciati a morire e asciugare, hanno molto più acido salicilico e Roothormene.
Quindi, se si utilizza, diluire di più.
E 'molto logico, i rami muoiono, producono acido salicilico come pensano vengono attaccati. e radicamento ormone nella speranza di trovare l'acqua.
Bart J. Meijer
 
Messaggi: 17
Iscritto il: 01/01/2013, 15:50

Re: R: Ormone della crescita naturale

Messaggioda gnamo » 13/01/2013, 23:45

Good info Bart I try next week
sempre online
Immagine ICG project
Avatar utente
gnamo
Socio AIASP
Socio AIASP
 
Messaggi: 2976
Iscritto il: 19/07/2012, 19:11
Località: Certaldo / Velletri

Re: Ormone della crescita naturale

Messaggioda angelople » 18/12/2017, 11:20

Hello Bart,
very interesting article.
I need your help
I would like to have olive cuttings rooted
I have read that semi-woody cuttings need more quantities of indolbutyric acid
Could you tell me if the "willow tea" contains enough?
Alternatively, can you suggest some web links indicating the concentrations present in the Willow?
How can I measure/determine concentrations of indolbutyric acid?
Thank you
Angelo
angelople
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 18/12/2017, 10:26


Torna a Cultivation techniques / Tecniche di coltivazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron